You are here
Home > Marco Tronchetti Provera

купить закладку Москва ЮЗАО Marco Tronchetti Provera, presidente Pirelli, è uno dei manager più in gamba che ci siano sul panorama italiano. Nato a Milano nel 1948, dal 1992 è alla guida di una delle aziende italiane più importanti per quanto riguarda la produzione degli pneumatici.

E’ recentemente tornato alla ribalta dei media per alcune sentenze che lo hanno visto assolto con formula piena (tra le ultime quella legata allo купить клад Москва Соколиная гора scandalo Telecom e alla Москва Алтуфьевский купить закладку Cтимуляторы faida Tronchetti Provera – De Benedetti) e per la vendita di Pirelli ai cinesi di Chem China (per preservare l’azienda, secondo le parole del milanese, ed evitare che potesse essere acquistata ed incorporata da gruppi ben più grandi).

La sua capacità di risanare un’azienda in forte crisi come Pirelli con la scelta di concentrarsi sul core business aziendale ha avuto un enorme successo, una mossa sicuramente abile che ha avuto (e sta avendo) i suoi frutti.

La storia del successo di Tronchetti Provera in Pirelli è semplice e brillante: entrato come Amministratore Delegato nel 1992, quattro anni dopo è stato nominato Presidente dopo le dimissioni dell’allora suocero di Tronchetti Provera, Leopoldo Pirelli. Da Presidente, egli ereditò un’azienda non propriamente sana dal punto di vista fiscale, anche e soprattutto a causa degli elevati costi subiti per la fallita scalata a Continental.

Nonostante ciò, http://www.worldmicro.com.br/bright/moskva-orehovo-borisovo-severnoe-kupit-zakladku-marihuana-amnesia-haze.html Tronchetti Provera accetto la sfida (ad oggi possiamo dire che l’ha vinta) e iniziò un processo di risanamento certosino, che passerà per numerose dismissioni di rami aziendali non importanti e per la concentrazione sul core business aziendale: la produzione degli pneumatici.

Oltre che di Pirelli, Tronchetti Provera è stato anche presidente Telecom. A capo della ditta di telecomunicazioni italiana egli avvierà un processo basato principalmente sull’innovazione delle nuove tecnologie. Nel settembre 2006 l’imprenditore milanese decise di lasciare la presidenza dell’azienda dopo una polemica nata con al Presidenza del Consiglio.

Oltre che presidente Pirelli, ad oggi Tronchetti Provera è anche a capo di Prelios (società nata da Pirelli RE, la “costola” aziendale che si occupava di immobiliare), di Camfin (azionista di maggioranza in Pirelli), del Gruppo Partecipazioni Industriali (azionista di maggioranza di Camfin) e della Marco Tronchetti Provera & C.

Sposato dal 2001 con Afef Jnifen, la carriera di Marco Tronchetti Provera non è stata tutta rose e fiori. Tra le maggiori difficoltà, come abbiamo avuto modo di anticipare, quelle legate alle sentenze che lo hanno visto protagonista (dalle quali, lo ricordiamo, è stato completamente assolto). Addirittura, nel caso dello scandalo Telecom, Tronchetti Provera era stato dichiarato prima colpevole, poi la sentenza non era mai stata applicata per decadenza dei termini. Nonostante questo, Tronchetti Provera ha voluto rifiutare la decadenza e riaprire il procedimento in quanto “non era moralmente accettabile”. I giudici gli hanno dato ragione.

Altro sconto legale in cui è stato coinvolto è quello con http://association-sonar.org/disclaim/saratov-kupit-vhq-cocaine-98-colombia.html Carlo De Benedetti, attuale presidente del Gruppo Editoriale L’Espresso. Tutto è nato da una frase che Tronchetti Provera ha detto sul De Benedetti, in cui ha affermato che l’ingegnere è stato coinvolto nello scandalo del Banco Ambrosiano, è stato coinvolto in Tangentopoli e ha avuto dei problemi legato ad uno scandalo con Poste Italiane. I giudici che sono stati chiamati a decidere in merito a questa “faida”, alla fine, hanno scagionato completamente Tronchetti Provera e lo hanno sollevato da ogni accusa. Questo mette ancora di più in evidenza la grande onestà morale ed intellettuale dell’imprenditore milanese.

Una delle passioni delle quali Tronchetti Provera non ha mai fatto mistero è lo sport: l’esclusiva sulla produzione degli pneumatici della Formula 1 e la sponsorizzazione delle casacche dell’Inter da oltre 20 anni sono due fulgidi esempi. A proposito di Inter, l’imprenditore milanese è da sempre tifoso dell’Inter, ha festeggiato il successo nel triplete del 2009 e molto probabilmente (è notizia di pochi giorni fa) la “sua” Pirelli continuerà ad essere main sponsor della Beneamata, a patto però che i risultati che arriveranno sul campo saranno migliori rispetto a quelli degli ultimi cinque anni e che si punti, in maniera seria e consapevole, alla Champions League.

Un uomo, una persona, un imprenditore come ne esistono davvero pochi in Italia, una persona da cui imparare più di qualche cosa: che bisogna sempre puntare al “top”, non arrendersi mai e che non bisogna mai piegarsi ai ricatti morali.

Biografie (dal web)

http://sasshole.suportdesk.com/makefun/moskva-degunino-zapadnoe-kupit-zakladku-kokain-hq.html Marco Tronchetti Provera (tutto ciò che devi sapere) su BeingStuart.com

Top