You are here
Home > Jeff Bezos

Jeffrey P. Bezos è nato a Albuquerque, New Mexico. Fin da tenera età, egli ha messo in evidenza un’attitudine meccanica sorprendente. Fu a Miami, Florida, che si innamorò dei computer. Studente eccezionale, era il primo della classe. Entrò alla Princeton University per studiare fisica, ma ben presto ritornò al suo primo amore, il computer, laureandosi in informatica e ingegneria elettrica.

Dopo la laurea, Bezos ha trovato lavoro a Wall Street, dove l’informatica era sempre più richiesta per studiare le tendenze del mercato. Per la precisione, lavorò a Fitel, una start-up che stava costruendo una rete per il commercio internazionale.

Internet, originariamente creato dal Dipartimento della Difesa americano per mantenere le sue reti di computer collegati in caso di emergenza, nel corso degli anni è stato adottato anche dal governo e dai ricercatori accademici per lo scambio di dati e messaggi, ma ai tempi non si parlava ancora di “commercio online” e la rete era un mondo molto diverso da quello che conosciamo oggi.

Un giorno del 1994 Jeffrey Bezos osservò che l’aumento dell’utilizzo di Internet era pari al 2.300 per cento l’anno. Vedendo l’occasione per una nuova sfera di attività, ha cominciato a considerare le possibilità.

Egli esaminò i primi 20 servizi che venivano svolti via posta tradizionale per chiedersi se gli stessi si sarebbero potuti fare in maniera più efficiente su internet. Un settore in cui la posta tradizionale aveva sempre delle limitazioni era quello dei libri in quanto un qualunque catalogo cartaceo era troppo grande per essere consultato, mentre internet era la soluzione perfetta dato che permetteva di avere una lista di libri praticamente illimitata.

A Los Angeles egli scoprì che i maggiori grossisti del libro avevano già compilato degli elenchi elettronici del loro inventario. Tutto ciò che mancava ancora era un unico luogo su internet dove poter riunire questi cataloghi ed effettuare l’ordine da parte dell’utente finale. Nasce, in sostanza, Amazon (chiamata così in onore dell’omonimo fiume sudamericano apparentemente senza fine grazie ai suoi innumerevoli rami).

Il 16 luglio 1995 Bezos ha aperto il suo sito per il mondo. Grazie al passaparola, in 30 giorni il sito aveva venduto libri in tutti i 50 stati e in ben 45 paesi stranieri. A settembre, aveva un fatturato di 20.000 dollari a settimana.

L’azienda è cresciuta più rapidamente di quanto Bezos o chiunque altro avrebbero mai immaginato.

Oggi Amazon vende praticamente di tutto: CD, video, giocattoli, elettronica, l’ultima introduzione è stato il cibo. Un’azienda in continua espansione grazie alla visione imprenditoriale di quest’uomo che ha saputo cogliere al volo un treno che passa una sola volta.

Top