You are here
Home > Borsa > Andamento dell’euro nel mercato forex

Andamento dell’euro nel mercato forex

see La giornata di trading si è aperta con le Borse europee in lieve rialzo e un mercato forex caratterizzato da un’interessante volatilità. In concomitanza con l’apertura dei lavori all’IT Forum Rimini, gli investitori italiani hanno poi assistito al balzo dell’indice Ftse Mib che ha raggiunto nella tarda mattinata un +0,84% trainato soprattutto dal comparto bancario; anche Francoforte, Parigi e Londra si sono aggiudicate rialzi superiori all’1%.

Старая Русса купить закладку Метадон VHQ Una notizia importante che ha profondamente influenzato il mercato è il dato del pil giapponese che si è rivelato peggiore alle aspettative, dimostrando la vastità del danno economico causato dal terremoto dello scorso 11 marzo. Il paese nipponico, terza economia del mondo, è infatti scivolato in recessione nei primi tre mesi del 2011 con una contrazione del 3,7% e c’è preoccupazione per gli effetti che ciò potrebbe avere sugli altri stati. Inoltre la società giapponese Takeda ha rilevato con un accordo amichevole l’elvetica Nycomed per 9,6 miliardi di euro e una volta che questo verrà formalizzato, spingerà la società nipponica al decimo posto nel settore farmaceutico a livello mondiale.

Москва Москворечье-Сабурово купить закладку Амфетамин Questi elementi di volatilità hanno portato l’euro ad oscillare, rallentando la corsa verso quota 1,43$. Le vicende legate ai debiti pubblici di Grecia e Portogallo sono poi un’altra fonte di alta volatilità nel mercato valutario FX in quanto gli investitori si trovano ancora senza una risposta chiara da parte dei ministri dell’economia europei in merito alle misure nei confronti della Grecia. Sono in molti infatti contrari ad una ristrutturazione del debito poichè essa andrebbe a minare l’eleggibilità dei titoli di stato ellenici quali strumento di garanzia a fronte della liquidità fornita dalla BCE alle banche greche; primo tra tutti il presidente della BCE Jean-Claude Trichet che non ha intenzione di accettare bond greci come collaterali a meno che le scadenze non vengano allungate. A favore di un euro al rialzo troviamo un dollaro indebolito dagli ultimi dati macroeconomici relativi a produzione industriale e situazione immobiliare. Nel mese di Aprile gli Stati Uniti hanno rallentato la costruzione di nuove case del ben 10,6% e anche la produzione industriale è in calo.

Piazza Affari sembra essere comunque il listino europeo con la performance più bassa negli ultimi giorni e c’è preoccupazione relativamente al debito pubblico italiano, in particolare in un momento politico in cui manca la necessaria stabilità.

Il nostro servizio di trading comporta un elevato livello di rischio e può determinare perdite che eccedono il vostro investimento iniziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Москва Богородское купить закладку Шишки HQ АК47 I tag HTML non sono ammessi

Top