You are here
Home > Finanza e investimenti > Investire nel settore della chimica in Italia, conviene?

Investire nel settore della chimica in Italia, conviene?

Gli investimenti in Italia sono un argomento sempre caldo, con milioni di persone che cercano di dare al proprio capitale una spinta in più. Gli investitori moderni prediligono il mondo del Forex online, attraverso piattaforme di broker che permettono anche di puntare su altre tipologie di investimento. Ad esempio, tra i più gettonati, vi sono i panieri che comprendono diverse società che fanno parte di uno specifico settore merceologico.

Nel nostro caso potrebbe essere quello delle attività inerenti alla chimica, ma la domanda è: “Conviene ancora investire in questo settore?”

Investire nella chimica

Per rispondere alla domanda se investire nel settore della chimica convenga o meno, bisogna andare ad analizzare quale sia stato l’andamento dello stesso nell’ultimo biennio. Nel 2017 vi è stata una solida ripresa dell’industria chimica in Italia, ciò dovuto principalmente ad una positiva domanda interna e un ottimo slancio dell’export. Anche in questo 2018 i risultati sono stati decisamente positivi, pensiamo che a giugno, quindi a metà di questo anno, i volumi produttivi sono stati in deciso aumento con una percentuale del 3,5.

Sebbene in questa fine dell’anno si sia notato un leggero rallentamento della crescita del settore della chimica, il dato di vendita dei prodotti chimici industriali rimane positivo rispetto agli anni antecedenti al 2017. Per questo motivo, sono molti gli analisti che sostengono si avrà un dato sempre positivo anche nell’anno 2019, motivo per il quale si può rispondere affermativamente alla domanda che ci siamo posti all’inizio dell’articolo. Chiaramente, prima di investire il proprio capitale all’interno dell’azionariato delle società che operano nel settore della chimica, si deve tenere conto della forza dell’azienda che mette a disposizione le azioni e del momento esatto in cui si investe (se la tendenza è in salita o in discesa).

Un’azienda che secondo gli esperti del settore rimane un punto fermo nel settore della chimica, e sulla quale è molto interessante investire, è il colosso tedesco BASF. Trattasi di un gigante del settore con elementi interessanti per un investitore. Dal 2004 ad oggi ha raddoppiato il suo valore, ovvero un rendimento pari al 4,70%, con una tendenza che secondo gli analisti sarà in crescita anche il prossimo anno.

Top